.

Calorie e Nutrizione

Una delle funzioni del cibo è quella di fornire energia: le Calorie esprimono il valore energetico che il cibo può avere per il nostro organismo.

Questa energia viene utilizzata dal nostro corpo in diversi modi:

Il fabbisogno energetico individuale dipende da diversi fattori come il sesso, l’età, la massa corporea, l’attività fisica e da eventuali condizioni particolari come la gravidanza e l’allattamento.

La quantità minima di energia per mantenere le funzioni vitali viene definita Metabolismo Basale.

A partire da questo valore minimo, è possibile calcolare il fabbisogno calorico giornaliero.

Grazie alla calcolatrice che segue potrete verificare, in modo approssimativo, qual è il vostro fabbisogno calorico giornaliero, per un calcolo preciso e personalizzato è sempre opportuno rivolgersi ad uno specialista.

Per quanto riguarda stati fisiologici particolari, come infanzia, adolescenza, gravidanza e allattamento è opportuno fare riferimento alle singole sezioni.

Istruzioni

Compila il modulo in ogni sua parte:
  1. indica il peso espresso in Kg utilizzando per i decimali il punto e non la virgola;
  2. indica la tua età;
  3. indica quante ore dedichi alle rispettive attività ricordandoti che la somma deve essere 24.

successivamente fai click sul pulsante "Calcola" per ottenere le informazioni desiderate.

calcola il fabbisogno calorico totale

indica il tuo peso in kg:
indica la tua età:
età 18 - 29
età 30-59
età 60 - 74
età oltre 74
indica quante ore dedichi alle seguenti attività:
dormire;
mangiare
igiene e cura della persona
attività riposanti come leggere e guardare la televisione
hobby e passatempi e attività similari
lavoro sedentario, d'ufficio
camminare
lavoro pesante come lavori domestici, lavori che comportano sforzi fisici, camminare per lungo tempo
attività fisica sportiva sostenuta come il nuoto, ciclismo ecc..
  metabolismo basale metabolismo totale
donna Kcal/die Kcal/die
uomo Kcal/die Kcal/die

Ma ATTENZIONE!!!! Calorie non significa necessariamente Nutrizione.

Come abbiamo visto le Calorie misurano l’energia del cibo, ma il nostro corpo ha bisogno anche di una ben definita quantità di nutrienti per poter crescere, compiere tutte le attività metaboliche che gli sono necessarie, per mantenersi in salute.

In Italia questi valori sono definiti dai LARN (Livelli di Assunzione Raccomandati di Nutrienti).

Ne consegue che una sana dieta alimentare deve necessariamente tener conto sia delle Calorie che dei LARN.

Facciamo un esempio:
Secondo voi 100 gr di zucchero nutrono come 100 gr di proteine? Sono ugualmente in grado di farci crescere, di costruire muscoli, enzimi, ormoni ecc..? Ovviamente no!
Una dieta bilanciata deve essere, come prima cosa, bilanciata a livello dei nutrienti, non deve basarsi solamente sul contenuto calorico del cibo.
Non dimentichiamo che anche i grassi hanno la loro funzione all’interno dell’organismo!

Ma come fare per sapere se la nostra alimentazione è effettivamente bilanciata?

Una prima valutazione di massima la può dare il calcolo dell’Indice di Massa Corporea:

L'Indice di massa corporea indicato in italiano con l'acronimo I.M.C ed in inglese con l'acronimo B.M.I (Body Mass Index) è il metodo più utilizzato per vedere se si è normopeso, sottopeso o obesi o più in generale se è equilibrato il rapporto fra il peso e l'altezza di una persona.

Calcola il tuo indice di massa corporea:

IMC= Peso [in Kg]/(Altezza x Altezza) [in metri]

Esempio
Peso: 80Kg
Altezza: 1,80 m
IMC= 80/1,80*1,80= 24

Confronta, ora, il risultato ottenuto con i valori della tabella sottostante, tenendo presente che il calcolo è stato effettuato in modo approssimativo:

  Donne Uomini
Sottopeso < 19 < 20
Peso normale 19 - 24 20 - 25
Leggero sovrappeso 24 - 29 25 - 30
Obesità > 29 > 30

Ricorda che la tabella non prende in considerazione i seguenti fattori:

Già questa prima valutazione ci può dire se il carico energetico che introduciamo è adeguato.

Possiamo poi unire questa informazione alla valutazione di come è distribuito l’adipe nel corpo, in particolare l’adipe addominale e che si ottiene misurando la circonferenza-vita (ovvero la circonferenza corrispondente al punto che si trova a metà tra la parte superiore dell’anca e la costola inferiore).

Se la misura è > 94 cm per gli uomini e 80 cm per le donne significa che vi è un eccesso di adipe intorno alla vita; statisticamente questo rappresenta un fattore di rischio nei confronti di ipertensione, ipercolesterolemia, diabete e malattie cardiovascolari. Suggerisce inoltre la presenza di abitudini alimentari non equilibrate.

Una condizione di eccesso o carenza calorica (sovrappeso o sottopeso) suggerisce, indirettamente, uno sbilanciamento a livello degli apporti nutrizionali che andranno indagati in modo specifico caso per caso.